Rapporto scuola-famiglia

I bisnonni e nonni raccontano che, ai loro tempi, quando un alunno si comportava male o non svolgeva i compiti assegnati, l’insegnante lo richiamava e spesso puniva dandogli una bacchettata sulle mani. Quando il genitore veniva informato dell’accaduto, per sostenere l’insegnante e far capire meglio al figlio l’errore commesso incrementava la punizione, di qui il detto popolare “Mazze e panelle fanno ‘e figlie belle, panelle senza mazze fanno ‘e figlie pazze”.
Al giorno d’oggi le cose sono molto cambiate, un insegnante comportandosi così verrebbe immediatamente denunciato dai genitori dell’alunno e punito dalla legge.
I ruoli della scuola e della famiglia nel tempo sono cambiati. La famiglia deve educare i figli e provvedere alla loro istruzione, la scuola deve formare dal punto di vista culturale, morale e umano gli studenti. Quindi scuola e famiglia, collaborando, guidano il ragazzo nello sviluppo della sua personalità.
Se, dunque l’obiettivo è unico e comune, come spiegare i numerosi episodi di violenza contro i professori di cui sono artefici alunni e genitori?
Emergenza educativa, così, è stata chiamata da diversi studiosi che hanno individuato proprio nella perdita del ruolo genitoriale la causa di tutto ciò.
Sicuramente i genitori sono cambiati, tendono a proteggere a dismisura i figli, spesso negando le loro mancanze, perché temono di esserne la causa. I ragazzi hanno bisogno di regole chiare e precise, condivise da entrambi i genitori che in nessun caso devono sminuire, criticare, deridere l’insegnante dinanzi al figlio.
Certamente anche la scuola ha fallito se ha contribuito a formare tali genitori. Qualcuno propone una militarizzazione della scuola per garantire la sicurezza, questa soluzione però non risolve il problema. Bisogna tornare ad EDUCARE gli studenti di oggi, a trasmettere loro i giusti valori affinché diventino validi genitori di domani.

Acquaviva Nicla e Aurora Totaro II C

14 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account