A FOGGIA SI MARCIA CONTRO LE MAFIE

Una marea di giovani, provenienti da varie città italiane, hanno marciato per le vie di Foggia mercoledì 21 marzo 2018 per commemorare le vittime di mafia, convocati da don Luigi Ciotti, fondatore di “LIBERA”, associazione che contrasta da 23 anni la criminalità organizzata. Presenti migliaia di persone  con striscioni, cartelli e bandiere e anche noi studenti del De Ruggieri accompagnati dal dirigente e da docenti.

Don Ciotti ha citato le parole di Papa Francesco che ha chiesto all’umanità di fermarsi in silenzio il mese di febbraio per riflettere e meditare sul tema della corruzione.

Ci esorta a non lasciarsi corrompere e a non essere deboli, perché la mafia fonda il suo potere proprio sulla debolezza umana. Richiama l’attenzione alle coscienze, alla capacità di interrogarsi cercando la verità dentro e fuori di sé, a non lasciare isolati gli onesti.

Evidenzia come le infiltrazioni mafiose siano presenti in ogni campo: la politica, la sanità, il mondo del calcio e sottolinea come alcune piaghe sociali, il gioco d’azzardo, la droga, siano la forza delle mafie stesse.

Il ritorno alle origini, l’impegno a non delegare agli altri la giustizia e l’ordine sociale, sono la chiave per distruggere la corruzione.

Corresponsabilità dunque, impegno e verità, parole semplici e dirette che richiamano l’attenzione dei giovani presenti e delle coscienze degli adulti.

Per me, che insieme ai miei compagni abbiamo affrontato tanti chilometri per raggiungere la città di Foggia, un’esperienza vera di condivisione di esperienza, l’emozione di tutti quei nomi scanditi nel silenzio, l’incontro con Don Ciotti, che scuote le coscienze, invita alla partecipazione e all’impegno nella vita di ogni giorno.

Abbiamo marciato per ricordare tutti coloro che hanno combattuto la corruzione, che sono stati ammazzati perché hanno avuto la forza di ribellarsi al potere mafioso, che hanno pagato con la loro vita, ma che hanno lasciato un segno indelebile che porta ancora oggi migliaia di persone in piazza a dire BASTA alle violenze.

Pietro Schirano 2^C

4 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account