Gli alunni della scuola S. Pio X nelle Terre confiscate

Quanto è stato interessante ed altamente educativo per noi alunni della scuola primaria S. Pio X, in relazione al progetto sulla legalità, visitare i luoghi della legalità: caserma dei Carabinieri, Questura e Caserma dei Vigili del fuoco e completare questo percorso con la visita guidata presso una delle Terre confiscate alla Mafia, presente sul nostro territorio, dedicata a Francesco Marcone, vittima del dovere, ucciso il 31 marzo 1995.

Meravigliosi affreschi sulle pareti, campi coltivati, giardini fioriti, tutte realtà che in un passato recente non potevano esserci.

Oggi queste terre sono lavorate per la coltivazione di vigneti, uliveti, pomodori, nel rispetto dell’ ambiente ; danno lavoro a tante persone  salvaguardando i loro diritti .

Emozionante è stato affondare le nostre mani nella terra per creare delle piccole piante di pomodori, simbolo della rinascita, che poi abbiamo portato a casa e comprendere il significato profondo della parola Libertà .

Abbiamo imparato che un bene sottratto alla mafia è un bene restituito alla collettività e che per tutelare e proteggere la nostra libertà, dobbiamo DIRE NO ad ogni forma di prevaricazione perché, la Mafia incatena e la Legalità libera.

Gli alunni della classe 5^ sez. A

immagine  V   A  terre confiscate

27 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account