A Foggia lo Stato dichiara guerra alla mafia

E’ una mattinata afosa il 9 agosto 2017, siamo nelle campagne tra San Marco in Lamis ed Apricena. Un commando armato uccide a colpi di fucile Romito Mario Luciano, boss storico della malavita garganica, suo cognato (che era alla guida dell’auto sulla quale viaggiavano), e i fratelli Luciani, due onesti agricoltori di San Marco in Lamis intenti a coltivare i loro terreni, vittime innocenti della furia omicida dei killer.

Per lo Stato è un colpo tremendo, ed una sconfitta annunciata. Il Ministro degli Interni Minniti arriva a Foggia e promette: “Reagiremo, dichiaro guerra alla mafia”. Ma le guerre si fanno con i soldati e non solo con i proclami.

Ed allora eccoli qua gli specialisti del ROS, il Raggruppamento Operativo Speciale dei Carabinieri; uno dei reparti d’élite della Benemerita in cui operano eccellenti investigatori specializzati nelle indagini sul crimine organizzato.

Perché quello che infesta la provincia di Foggia è un crimine mafioso, anche se tutti hanno paura di riconoscerlo, paura addirittura di pronunciare quel termine: mafia.

Brevi cenni storici. Il ROS nasce negli anni 90, sulle ceneri del Nuclei Anticrimine voluti dal Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e che negli anni di piombo hanno sconfitto le famigerate Brigate Rosse. Un reparto altamente specializzato, in prima linea nella lotta al terrorismo interno ed internazionale, alla criminalità organizzata, nella cattura dei più pericolosi latitanti.

Ora tocca a loro. Nell’anno zero per la criminalità nella provincia di Foggia gli uomini del ROS sono chiamati ad una sfida difficile, complicata, senza quartiere. Lo chiede lo Stato, lo chiede la gente comune, lo chiede una comunità intera stanca di dover parlare a voce bassa per paura che qualcuno possa sentire, possa vedere.

Foggia è stanca del sangue che scorre a fiumi nelle sue strade. Foggia è stanca di abbassare la testa. Foggia è stanca di perdere.

Ora tocca a voi, uomini del ROS.

 

 

Gaia Impagnatiello   V A

25 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account