MOLFETTA IN FERMENTO PER L’ARRIVO DEL PAPA

MOLFETTA – Il 20 aprile è ormai alle porte e in cinquantamila si preparano ad abbracciare Papa Francesco, in visita pastorale nella cittadina pugliese in onore di Don Tonino Bello. A 25 anni dalla morte, saranno onorati dalla visita del Papa la vita, la storia, lo spirito e gli «eredi» di don Tonino Bello, considerato il pastore «della pace e della misericordia», oltre che il vescovo «degli ultimi». Da Pax Christi definiscono Don Tonino Bello il «vescovo più straordinario e popolare che la Chiesa abbia avuto dopo il Concilio». È stato «un grande “esploratore di felicità”, un “acceleratore” nella Chiesa postconciliare, capace di gesti forti e parole inequivocabili, che hanno sfidato le convezioni e scosso le coscienze, tanto da rimanere scolpite nel tempo», oltre che «un uomo di profonda libertà interiore, noto per il suo impegno nella costruzione di quella che amava definire la “Chiesa del grembiule”, ispirata ai soli valori dell’accoglienza e del Vangelo, che per lui valeva più di qualsiasi referenza, anche politica».

Il Santo Padre sarà in visita nella città di Molfetta dalle ore 10.15 alle ore 12.30. L’elicottero atterrerà presso Cala Sant’Andrea, da lì il pontefice si sposterà in papamobile lungo Banchina Seminario, Banchina San Domenico, Corso Dante, Piazza Garibaldi, fino a giungere all’altare posizionato nei pressi di piazza Minuto Pesce,  su un palco dove, il 20 aprile di 25 anni fa, la folla diede l’ultimo saluto al suo amato Vescovo.

Per permettere la fruizione dell’evento a tutti i fedeli, verranno installati dei maxischermi all’interno di tutta la zona dell’evento. Per prendere parte all’evento all’interno della zona di massima sicurezza sarà necessario dotarsi di un pass, obbligatorio, assieme a un documento di riconoscimento. All’interno della zona si potrà circolare esclusivamente a piedi.

Per garantire in maniera efficace la sicurezza, il Comune di Molfetta ha messo in atto un programma capillare e rigoroso, che prevede un ingente spiegamento di forze dell’ordine, grazie anche all’ausilio dei comuni limitrofi, che vedranno il coinvolgimento della capitaneria di porto, della polizia municipale e alle altre forze dell’ordine.

SERGIO RICCHIUTI, 2^ D

2
2 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account