Il lavoro: per vivere o per morire?

Il drammatico e clamoroso caso di Massimo Paglialunga il 41 enne deceduto a seguito di una scarica elettrica, mentre effettuava alcuni lavori di manutenzione in un cantiere a Polignano a Mare, ha richiamato l’attenzione dell’opinione pubblica su di un fenomeno tutt’altro che nuovo, ma spesso ignorato dai grandi mezzi di comunicazione: le morti sul lavoro.

Il fenomeno delle cosiddette “morti bianche” risulta essere così inquietante da turbare la nostra coscienza di cittadini; esso rappresenta la spia drammaticamente accesa di un malessere diffuso dell’intera società…

Molte sono le cause che possono portare a un infortunio; alcune sono attribuibili al lavoratore: stanchezza, eccesiva fretta o superficialità, altre invece, al datore di lavoro, il quale tende per mancanza di denaro a trascurare la manutenzione delle macchine.

Una prevenzione efficace inizia da una buona formazione rivolta alle persone che frequentano abitualmente i luoghi di lavoro, dai dipendenti fino ai titolari. Ogni individuo deve essere consapevole dei rischi e delle insidie presenti nell’ambiente lavorativo; a tale scopo si organizzano diversi corsi sulla formazione nei posti di lavoro che, oltre a fornire tutte le informazioni necessarie alla prevenzione degli infortuni, devono insegnare a gestire situazioni di pericolo. In tali corsi di istruzione si affrontano tematiche legate anche all’evacuazione in caso di incendio o tecniche di pronto soccorso: i lavoratori devono riuscire a fronteggiare sia i rischi specifici che quelli più generali in maniera efficace.

In questo caso, la predisposizione del lavoratore ad apprendere le norme di sicurezza sul lavoro è fondamentale, perché mettere in sicurezza l’ambiente di lavoro e preparare i dipendenti a fronteggiare i rischi è un passo importante per tutte le aziende e gli enti pubblici.

 

COGNOME:PALACCO NOME: VIVIANA CLASSE: 3^G SCUOLA :LICEO SCIENTIFICO ENRICO FERMI (BARI)

1 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account

ATTENZIONE: LA VOTAZIONE DEGLI ARTICOLI INSERITI NEI BLOG È TERMINATA ALLE ORE 23 DEL 13 MAGGIO 2018
Hello. Add your message here.