L’approccio dei giovani al denaro

Nell’ultimo ventennio molto discussa è la questione riguardante i giovani e il risparmio. Seppure comune tra le menti adulte è l’idea di una sempre più sviluppata mondanità giovanile, spesso affiancata ad una scarsa propensione al risparmio, la realtà in alcuni casi contribuisce nel demolire tale tesi.

L’avvento di un canale di comunicazione, come internet, ha rivoluzionato il sistema economico e le menti dei consumatori; con il decollo del web e del commercio elettronico la rete e i negozi tradizionali si incrociano sempre di più. In tal modo i giovani, i quali si trovano a dover gestire molto denaro , sono costretti ad affrontare rischi che tali modalità comportano. Non mancano, però, casi di analfabetismo finanziario diffuso tra i millennials: questo stato di ‘ignoranza finanziaria’ ha un forte impatto sia a livello della singola famiglia di provenienza sia della società nel suo complesso. Rispetto a questo tema, secondo l’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico a livello mondiale) l’educazione bancaria e finanziaria permette ai consumatori di migliorare le proprie capacità di comprensione dei prodotti bancari e finanziari e dei concetti che ne sono alla base e, attraverso istruzioni, informazioni e consigli, sviluppare conoscenze utili a comprendere i rischi e le opportunità nel compiere scelte informate, sapendo come ricevere supporto per realizzare tali possibilità e migliorare il proprio status. Oggi, in aggiunta alle conoscenze di base, è fondamentale interiorizzare l’ABC della finanza, in quanto le decisioni finanziarie fanno parte della nostra vita quotidiana. Così come abbiamo combattuto l’analfabetismo nel passato, adesso dobbiamo combattere l’analfabetismo finanziario, a partire dalla scuola. L’importanza del risparmio emerge anche in relazione all’indipendenza; difatti, con del denaro da parte, il giovane consumatore potrà essere in grado di perseguire i propri obiettivi, affrontare gli imprevisti e mettersi al riparo per il futuro, dimostrando ,così facendo, anche una certa maturità.

Maselli Stefania

Liceo scientifico Enrico Fermi, Bari

0 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account

ATTENZIONE: LA VOTAZIONE DEGLI ARTICOLI INSERITI NEI BLOG È TERMINATA ALLE ORE 23 DEL 13 MAGGIO 2018
Hello. Add your message here.