“Io ho davanti a me un sogno”. Martin Luther King, nobel per la pace
foto SOGNO migranti (1)

Il 28 Agosto 1963 a Washington, in uno stralcio del suo celebre discorso Martin Luther King pronunciò queste parole “Io ho davanti a me un sogno, che i miei quattro piccoli vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per le qualità del loro carattere”. Martin Luther King nacque da una famiglia di pastori della chiesa in Georgia. King lottò per tutta la sua vita per i diritti civili degli afro-americani, ottenendo anche il nobel della pace. Con i suoi discorsi e le sue marce contro la violenza ebbe molto successo tanto da ottenere l’approvazione di diverse leggi, caratterizzante fu il metodo di lotta da lui usato per il quale si ispirò a Ghandi, la “non violenza” che consisteva nel rifiuto di qualsiasi atto violento nei confronti di uomini politici. Venne assassinato proprio a causa delle sue idee il 4 Aprile 1968 da un colpo di fucile puntato alla testa. Ancora oggi ricordiamo le solenni imprese di King per il raggiungimento dell’uguaglianza mondiale dei diritti. I sogni di Martin Luther King sono diventati realtà? Tanta strada è stata fatta ma ce n’è tanta ancora da fare, soprattutto per superare l’intolleranza nei confronti degli immigrati che arrivano sulle nostre coste per sfuggire alla guerra e alla povertà. Anche loro hanno un sogno!

Marco Sportelli  classe VD plesso Minzele

5 voti totali
Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account

ATTENZIONE: LA VOTAZIONE DEGLI ARTICOLI INSERITI NEI BLOG È TERMINATA ALLE ORE 23 DEL 13 MAGGIO 2018
Hello. Add your message here.