I BITCOIN

Spesso si sente parlare di valuta digitale e, in particolare, del Bitcoin. Ma cos’è il Bitcoin? Il Bitcoin è una moneta elettronica creata nel 2009 da un informatico conosciuto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Si basa su transazioni criptate completamente anonime,  non è legata a nessun paese, a nessuna banca e non è soggetta a particolari restrizioni governative permettendo una maggiore facilità nei pagamenti internazionali. La criptovaluta è un mezzo di scambio, proprio come l’euro, ma a differenza di quest’ultimo è digitale e non fisico. I Bitcoin sono, infatti, conservati in un portafoglio digitale che esiste nel cloud di un personal computer cioè uno spazio di archiviazione digitale. E’ un servizio finanziario legittimo, ma da dove arrivano i Bitcoin? I Bitcoin nascono da un processo chiamato Mining: dei computer molto potenti, risolvendo complessi algoritmi, generano una serie di numeri unici e quei numeri formano i Bitcoin. E’ stato fissato un numero limite di Bitcoin e questo numero è di 21 milioni. Attualmente ne sono stati trovati all’incirca 16 milioni. E’ possibile utilizzare i Bitcoin per acquistare beni reali, ma gli esercizi commerciali che li accettano sono pochi e dislocati nelle principali Città italiane (Milano, Roma, Napoli, Torino). E, laddove questo è possibile le transazioni sono lente e costose e il rischio di operazioni illegali è alto. La criptomoneta è, infatti, ideale per la criminalità organizzata che la utilizza per i suoi traffici fuorilegge di droga e armi. Inoltre, si tratta di una moneta ad altissimo rischio di volatilità infatti le oscillazioni della criptovaluta sono fortissime,  spesso a doppia cifra e questo non consente all’utente di essere sicuro di acquistare lo stesso quantitativo di beni oggi, domani o il prossimo anno. Inoltre al Bitcoin manca un’adeguata garanzia, infatti, gli hacker possono rubare i Bitcoin e, se questo accade, non vi è alcuna tutela legale. In conclusione possiamo dire che probabilmente le criptovalute saranno sempre più usate e, puntando alla decentralizzazione della politica monetaria, manderanno in pensione le banche centrali.

Federico Pace,  Pietro Angiulli classe 2^I

700 voti totali
Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account