TRASPORTO: UN BENE COMUNE

Oggi svariate sono le possibilità di scelta nel trasporto pubblico: autobus, circolari, ferrovie… Attraverso un’indagine svolta nel territorio ruvese è emersa la considerazione che si ha dei mezzi pubblici e in particolare della nostra ferrovia: la Ferrotramviaria. La Ferrotramviaria fino a 2 anni fa vantava successo nel trasporto di studenti e lavoratori pendolari ma è diventata negativamente famosa il 12 luglio 2016 a seguito di uno scontro frontale tra due treni nella tratta Andria-Corato che ha causato la morte di 23 persone e diversi feriti. Da quel momento il trasporto Ruvo-Barletta avviene con autobus sostitutivi.

Dall’indagine condotta su pendolari di età varie emerge che il servizio ferroviario è meno efficiente, il viaggio ha una durata maggiore anche a causa del traffico cittadino. A utilizzare il treno sono soprattutto gli studenti e in misura minore i lavoratori pendolari sui quali pesa di più l’inefficienza del trasporto. Poco presenti sono gli anziani che raramente si spostano in treno o in autobus sostitutivo. Un aspetto positivo che offre l’uso del mezzo pubblico è la possibilità di socializzare con chi viaggia e questo rende il viaggio meno noioso. Intervistando i lavoratori della Ferrotramviaria si scopre che non tutti pagano il biglietto anche se attualmente la situazione sta migliorando. Invece tutti i pendolari ritengono che sia giusto pagare il biglietto! Il treno è un mezzo pubblico ed è un bene comune che va rispettato e usato civilmente. Gli autisti o i controllori a volte sono costretti a richiamare chi rovina il mezzo e, chi viaggia, riferisce di trovare sedili scritti. Tutti gli intervistati sono d’accordo sul fatto che il treno sia un bene comune che vada rispettato per garantire il massimo confort. Si può viaggiare in treno nel massimo comportamento, socializzando, spendendo poco, riducendo i pericoli e gli svantaggi del traffico automobilistico.

 

Carla Paparella

Classe 5E

6 voti totali
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724 - Privacy Policy
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account