Cultura e Arte

logo-basilicata

Basilicata - Cultura e Arte - Banner 670x50

S. Altamura e le sue opere Uscita didattica Altamura In data 30/01/2017 la classe 3aM della scuola statale G.Bovio di Foggia, ha partecipato ad un’attività didattica che consisteva nella visita + laboratorio sull’importantissimo artista foggiano S.Altamura al museo civico di Foggia. Prima di arrivare alla meta ci siamo fermati ad osservare tre importanti palazzi della nostra città: – IL PALAZZO DEGLI STUDI, a Corso Roma, progettato dal grande architetto del Ventennio fascista Marcello Piacentini, un palazzo sorto su un’area di 10.00 m2 di cui 5.800 sono occupati dall’edificio e i rimanenti 4.200 dai giardini. I primi due piani erano destinati alle sedi dei licei classico e scientifico e agli istituti magistrale e commerciale, invece il terzo piano era occupato dall’istituto tecnico. Era questa l’antica sede della nostra scuola, che nel 1947 fu trasferita all’interno di questo palazzo prendendo il nome di “Scuola Media Governativa G.Bovio”. – IL PALAZZO DEGLI UFFICI STATALI, situato in Piazza Cavour, un edificio di epoca fascista costruito e destinato agli uffici dello stato ed inaugurato nel 1938. – FONTANA DEL SELE, chiamata anche “Fontana di Piazza Cavour” perché sorge appunto in Piazza Cavour, una caratteristica fontana che è stata inaugurata nel 1924 davanti al sacro tavolo della Madonna dei Sette Veli, posta a ricordo del tempo in cui la città poté godere, dopo anni, del beneficio dell’ acqua del Sele. A fare da sfondo all’ottocentesca piazza vi è l’elegante pronao in stile neoclassico che permette di accedere alla villa. Alla destra si stagliano due cupole che sovrastano il PALAZZO DELL’ACQUEDOTTO, costruito nel 1926 dall’ingegnere C. Brunetti seguendo lo stile Liberty, mentre alla sinistra fa da angolo la semplice e sfiziosa facciata dal palazzo che oggi ospita l’università. Dopodiché siamo finalmente arrivati alla nostra meta: il Museo Civico, dove abbiamo assistito alla spiegazione accurata dell’archeologa, dott.ssa Francesca Capacchione, di importantissimi quadri antichi del pittore foggiano S. Altamura, ad esempio “La vendetta di Veronica Cybo”, “Infortunio sul lavoro”, “Mario vincitore dei Cimbri” ecc. Non è finita qui: poi ci siamo divertiti con delle attività di laboratorio in cui dovevamo sostituire i protagonisti del quadro “Mario vincitore dei Cimbri”, con immagini dell’attualità, disegnate da noi oppure ritagliate da giornali, riviste o fumetti e incollate, in modo da trasformarlo in un quadro dei giorni d’oggi. È stata una giornata molto divertente, ma allo stesso tempo istruttiva, prima di tutto perché abbiamo scoperto ed imparato moltissime cose nuove, ma anche perché ci siamo divertiti insieme in serenità. Gaia Mazzardo – Rita Tucci Classe 3M

Basilicata - Cultura e Arte - Banner 980x50

1 Comment
  1. IISS De Ruggieri 7 mesi ago

    La notte nazionale del Liceo Classico
    E notte del Liceo Classico fu anche al De Ruggieri il 20 gennaio 2017. Se lo scopo dell’iniziativa era di valorizzare il nostro corso di studi – ahimè sempre più disertato- i primi ad entusiasmarci siamo stati noi studenti che abbiamo messo su , sotto la guida dei docenti, pièces teatrali, dialoghi recitati, scene estratte dalla letteratura classica , responsi degli oracoli , letture di brani.
    Per tre volte la sala professori si è riempita e, ogni volta che la gente entrava e la stanza si faceva buia, illuminata solo dalla luce scenografica del faro colorato, l’atmosfera cambiava, caricandosi di intensa aspettativa, di un’antica e classica magia.. al ritmo di cuori palpitanti, ansiosi di accompagnare il pubblico attraverso Inferno, Purgatorio e Paradiso, Sofocle, Platone, Saffo.
    Il nostro percorso di studi va oltre il semplice nozionismo, vuole giungere al cuore di ciò che è “umano” , arrivarci tramite le grandi personalità del passato, i loro scritti e il loro mondo… un mondo così lontano eppure così vicino a noi . Ti ci immergi inconsapevole per poi riemergere nel presente con una nuova e maggiore coscienza che – lo sappiamo- non ci abbandonerà, sarà la nostra “forma mentis “. Questo è il senso della Notte del Liceo Classico per me e se attraverso il nostro semplice lavoro, anche con la leggerezza di un sorriso, abbiamo saputo comunicare alle persone il senso di ciò che facciamo e perché vale la pena farlo, possiamo dire di esserci riusciti!
    Maria Chiara Lattanzio 5°E

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Edisud S.p.A., Piazza Moro 37, 70122 Bari, Cap. Soc. € 5.000.000,00 I.V. REA Bari n.192794 Iscr. Trib. Bari Reg. Soc. N. 12372 El. 1/81 P.I.e c.f. 02492480724
or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account